Blog

Raspberry Pi installa raspbian jessie: preparare una card SD con MAC

Installa Raspbian Jessie su una card SD con Mac

Configurare un Raspberry Pi con mac è molto semplice.
Come al solito inquadriamo l’ambiente utilizzato per il caso specifico:

  • Sistema Operativo OS X El Capitan versione 10.11.4
  • RASPBIAN JESSIE WITH PIXEL

    Image with PIXEL desktop based on Debian Jessie
    Version:September 2016
    Release date:2016-09-23
    Kernel version:4.4

    Download Link https://www.raspberrypi.org/downloads/raspbian/

  • SD 16GB Kingston (consiglio minimo 4GB)

Guida e Comandi
Scaricare il pacchetto completo di RASPBIAN JESSIE WITH PIXEL. Il pacchetto in formato zip è circa 1.4 GB e contiene un immagine del sistema operativo Linux su base Debian da installare sulla scheda SD. Dopo aver scaricato il file, scompattarlo in una posizione a scelta del vostro Mac. (Io l’ho scompattato sul Desktop)
dopo aver inserito la scheda SD nel pc eseguire il seguente comando:

df -h

Esempio risultato

Filesystem Size Used Avail Capacity iused ifree %iused Mounted on
/dev/disk2 232Gi 206Gi 25Gi 90% 54151672 6600198 89% /
devfs 187Ki 187Ki 0Bi 100% 647 0 100% /dev
/dev/disk1s2 465Gi 283Gi 183Gi 61% 74079183 47933483 61% /Volumes/Dati Mac
map -hosts 0Bi 0Bi 0Bi 100% 0 0 100% /net
map auto_home 0Bi 0Bi 0Bi 100% 0 0 100% /home
localhost:/cDnAx0o5hfTGh_WMYw8wOW 232Gi 232Gi 0Bi 100% 0 0 100% /Volumes/MobileBackups
/dev/disk3s1 14Gi 2.5Mi 14Gi 1% 81 474831 0% /Volumes/NO NAME

Nel mio caso /dev/disk3s1 è la memoria utilizzata che al momento risulta montata.

Formatta con Disk Utility SD per raspberry

Formatta con Disk Utility SD per raspberry

Tramite l’ausilio di Disk Utility (Utility Disco) Formattiamo la Scheda SD selezionandola e utilizzando la funzione Inizializza. Attenzione Selezionare formato ExFAT

 

 

 

Una volta formattata la scheda eseguire il seguente comando sulla shell per smontare il volume appena formattato, facendo attenzione ad inserire nome del disco assegnato (nel mio caso disk3s1).

diskutil unmount /dev/disk3s1

Risultato:

Volume NO NAME on disk3s1 unmounted

A questo punto eseguire il comando per scompattare l’immagine di Raspbian Jessie (la mia era sul Desktop) sulla Scheda SD “rdisk3”.

sudo dd bs=1m if=/Users/danielecarnovale/Desktop/2016-09-23-raspbian-jessie.img of=/dev/rdisk3

Dopo qualche minuto al fine dell’operazione la scheda SD è pronta per essere inserita nell’apposito alloggiamento del Raspberry ed il gioco è fatto.

Se come risultato dell’ultima operazione ottenete “Resource busy” è perché, o è errato il percorso della Scheda SD, oppure la scheda SD risulta montata.

Utilizzo più frequente per un Raspberry

Solitamente la prima cosa che si vuol far fare ad un Raspberry è quella di visualizzare una pagina web tramite Chromium Browser direttamente all’avvio e magari a tutto schermo per una migliore visualizzazione.
Per fare ciò basta avviare il Raspberry con Raspbian Jessie e seguire i seguenti comandi tramite la shell interna.

sudo nano /home/pi/.config/lxsession/LXDE-pi/autostart

Cancellare il contenuto del file e copiare il seguente

@lxpanel --profile LXDE-pi
@pcmanfm --desktop --profile LXDE-pi

@xset s off
@xset s noblank
@xset –dpms

@chromium-browser --app=https://www.google.it/ --start-fullscreen

Salvare con CTRL+X e Riavviare

reboot

All’avvio ed ad ogni prossimo avvio/riavvio la prima operazione che il raspberry eseguirà è proprio quella di aprire a tutto schermo il browser ed eseguire l’url impostato.
Se riscontrate problemi è possibile che la configurazione del vostro Raspbian non permette tale esecuzione.
Per controllarla eseguire

sudo raspi-config

Nel mio caso alla voce Boot ho selezionato avvio tramite GUI ed AutoLogin.

 

Configurazioni Utili

Aggiungere Wi-Fi
Spesso c’è l’esigenza di configurare il Raspberry prima della sua messa in funzione, in quanto magari il luogo non è accessibile dallo sviluppatore. In questo caso per evitare di dare Istruzioni e compiti a persone che potrebbero avere problemi nell’installazione si può intervenire sulla shell per salvare le connessioni wifi in modo automatico.

Per configurare una nuova wifi basta editare il seguente file.

sudo nano /etc/wpa_supplicant/wpa_supplicant.conf

Aggiungere al file le reti nel seguente modo

network={
    ssid=“NOME-WIFI”
    psk=“PASSWOR-WIFI”
}

e salvare crtl+x —> Salva Y
Altre istruzioni sull’argomento li trovate al seguente link
https://www.raspberrypi.org/documentation/configuration/wireless/wireless-cli.md

Altra utiliti importante è quella di nascondere il cursore del mouse quando è inattivo.
Per far questo bisogna installare unclutter

sudo apt-get install unclutter

Dopo installato il programma basta eseguire il seguente comando

unclutter -display :0 -noevents -grab

Io ho aggiunto il comando all’avvio del raspberry editando il file precedente

sudo nano /home/pi/.config/lxsession/LXDE-pi/autostart

Un’altra idea potrebbe essere quella di inserire il comando in uno script.

4 Comments

  1. Daniele Carnovale

    Servizio per controllare il raspberry da remoto.

    https://www.weaved.com/installing-weaved-raspberry-pi-raspbian-os/

    1. Marco

      Il servizio weaved è stato chiuso ed è stato rimpiazzato da remot3.
      Al seguente link trovate l’aggiornamento per installare il controllo remoto con il nuovo sistema.

      https://remot3it.zendesk.com/hc/en-us/articles/115006015367-Installing-the-remot3-it-weavedconnectd-daemon-on-your-Raspberry-Pi

  2. Daniele Carnovale

    clona SD con mac

    visualizza dischi
    diskutil list

    clona
    sudo dd if=/dev/disk2 of=~/Desktop/raspberrypi.dmg

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.